Festival dell'oriente a Roma

Cultura: il Festival dell’Oriente farà tappa a Roma

Immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un Continente sconfinato. Il 22-23-24-25 Aprile, 29-30 Aprile e 1 Maggio, il Festival dell’Oriente torna a Roma, presso la Nuova fiera di Roma.

Queste le parole con cui gli organizzatori del Festival dell’Oriente hanno annunciato la nuova edizione di una manifestazione che ormai da qualche anno attira sempre più visitatori. Cultura allo stato puro, declinata nelle sue più esotiche forme orientali, in una perfetta fusione tra antico e moderno.

Dall’oriente infatti arrivano le millenarie tradizioni giapponesi, cinesi, indiane, medio-orientali e centro-asiatiche, ma anche tanta modernità che durante le giornate del festival, si mescola in maniera affatto incoerente con la storia e l’arte antica.

Dopo l’edizione torinese appena conclusasi, la manifestazione itinerante arriva così alla Nuova fiera di Roma, con il solito exploit di eventi, suggestioni, colori e profumi.

Dalla vestizione del Kimono alla Cerimonia del tè, dal circo Cinese ai massaggiatori tradizionali Tailandesi dagli Origami all’Ikebana, dalla Cerimonia del Mandala al Matrimonio indiano, dai contorsionisti Vietnamiti alla Pittura su stoffa, alla cura dei Bonsai, dal Cerimoniale dei guerrieri indiani alla Capanna sudatoria, dal Teatro NO ai Maestri gourmet Giapponesi dal Carving alle lanterne galleggianti e un infinità di altre in un percorso coinvolgente alla scoperta delle culture e del folklore di paesi lontani e affascinanti”: dalla presentazione ufficiale dell’evento trapela in pieno l’incredibile varietà proposta.

Un susseguirsi ininterrotto di oltre 400 spettacoli”, proseguono gli organizzatori, “esibizioni, dimostrazioni, seminari e show che si articoleranno da mattina sino a sera nei padiglioni e nelle decine di aree tradizionali che rappresentano il cuore pulsante della manifestazione per uno spettacolo straordinario e davvero imperdibile. Atmosfere magiche e ovattate si inseguono nei numerosi e affollatissimi mercati tradizionali e nei vari bazar orientali che vedranno, in questa edizione, oltre 500 espositori di prodotti tipici provenienti dai paesi orientali di tutto il mondo.

Il pubblico potrà perdersi tra stoffe, vestiario, borse, calzari, tessuti, monili, gioielli antichi, amuleti, incensi, candele, oli essenziali, tattoo, oggettistica, mobilio, quadri, tappeti, arazzi, pietre, vasi, ceramiche, statue, libri, prodotti di erboristeria, infusi, spezie, thè, campane tibetane, gong, sari, kimoni, scatole cinesi, lacche giapponesi, calligrafie, promozione viaggi, creme, prodotti vegani biologici e naturali, ed un’infinità di molti altri ancora interamente dedicati all’oriente. Sarà possibile degustare i prodotti tipici della cucina orientale Tailandese, Indiana, Giapponese, Cinese, Mongola, Tibetana, Nepalese, dello Sri Lanka e di tutte le nazioni presenti in una grande area preallestita oppure direttamente nei loro stand”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi